Turin Business Network Donna

Le otto montagne

“Eccola lì, la mia eredità: una parete di roccia, neve, un mucchio di sassi squadrati, un pino”.

Chi cammina lo sa.
Ci vuole fiato, pazienza, sopportazione.
Ci vogliono gambe e testa.
In montagna di più.
In montagna devi perdere la memoria sia del tempo che della fatica.
Il freddo poi, neanche a parlarne.
Eppure i piedi vanno, le salite ti sembrano meno ripide mentre le batti.
Che a guardarle da giù facevano più paura.
Pietro e Bruno.
Solitario e pallido uno. Capelli biondo canapa e collo bruciato dal sole l’altro.
Un piccolo paesino ai piedi del Monte Rosa il luogo in cui si incrociano le loro scarpe ancora da forgiare.
Diversi, eppure anime simili.
Si conoscono, si cercano e si trovano senza bisogno di troppe parole.
Con le anime funziona così.
Non servono parole, come non contano né il tempo né la distanza.
Passeranno gli inverni e loro si rivedranno in estate, come se non fosse trascorso neppure un giorno.
E litigheranno come fanno i bambini, e impareranno, come fanno i bambini e dimenticheranno.
E cresceranno, come fanno quegli uomini che, camminando, ricordano i bambini che sono stati.
Chi cammina lo sa.
Un libro da leggere. Assolutamente. Per non perdersi neppure un centimetro di panorama.

Natalia Ceravolo

Le otto montagne di Paolo Cognetti – Einaudi editore

Photo by Mikito Tateisi on Unsplash

"TBNDonna è questo e ha il desiderio di diventare molto altro ancora. Rimanete sintonizzate, il vostro caloroso sostegno ci sprona a fare sempre meglio".

Silvia Orlando De Martin

Fatto con amore da Silvia Orlando De Martin. Tutti i diritti riservati. Privacy Policy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi